Uncovered Afghanistan

Uncovered Afghanistan

Nonostante i proclami, nel 2014 nessuno se ne andrà dall’Afghanistan. Chiarite ormai le bugie di guerra sulla caccia ad Osama bin Laden e sull’esportazione della democrazia, il vero motivo che ha spinto dodici anni fa all’invasione – oltre al tracciato del gasdotto con il quale portare il gas turkmeno in Pakistan attraverso l’Afghanistan occidentale – è uno soltanto: quel papavero da oppio che il Mullah Omar aveva vietato di coltivare nel 1999 ma che fa gola ai trafficanti di droga ed alle grandi case farmaceutiche.
Un’invasione che, tra omicidi mai chiariti, ha visto il ritorno di una pratica in voga nella Somalia degli anni Novanta: la malacooperazione internazionale.

Leggi l’inchiesta, pubblicata a luglio 2013, su AgoraVox
Afghanistan, l’editto anti-oppio e lo “strano” tempismo di una guerra che non finirà;
Il Signor Smith svela la “Missione oppio”. Intervista a Giorgia Pietropaoli;
L’oppio afghano finanzia le campagne elettorali (statunitensi)?
BigPharma: il grande elettore tra Obama e Bush;
Afghanistan, 52 macchie di sangue sulla bandiera italiana. Più una;
Afghanistan, Cristiano Congiu è morto davvero per criminalità comune?
Mogadiscio-Kabul, la lunga strada della (mala)cooperazione;
La cooperazione in Afghanistan? Oppio e aiuti internazionali;
I soldi della cooperazione afghana tornano ai paesi donatori. Intervista ad Augusto Di Stanislao;
Per una “controstoria” dell’invasione in Afghanistan. Intervista ad Enrico Piovesana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...